FISIOTERAPIA

IL SERVIZIO COMPRENDE TUTTE LE METODICHE DI COMPETENZA SPECIFICA DI SETTORE, LO STUDIO E L'APPLICAZIONE DEI PROTOCOLLI RIABILITATIVI, SULLA BASE DELLA PATOLOGIA DEL PAZIENTE

Le diverse tecniche e le metodiche utilizzate, sono indirizzate al trattamento di patologie di natura:

 

TRAUMATICA

Distorsioni articolari, lesioni muscolari, recupero funzionale post traumatico, riabilitazione successiva ad interventi di chirurgia ortopedica e neurochirurgica...

DEGENERATIVA  OSTEOARTICOLARE

Problemi a carico della colonna vertebrale, discopatie, patologie degenerative della colonna vertebrale, artrosi dell'anca e del ginocchio...

INFIAMMATORIA

Tendinopatie, problemi di sovraccarico delle strutture miotendinee tipiche della pratica sportiva o da sforzi eccessivi...

POSTURALI

Patologie o disturbi derivanti da squilibri della postura

 

ATTIVITÀ'

Presa visione della situazione clinica del paziente

Test di valutazione

Esame chinesiologico

Valutazione funzionale e psicologica del paziente

Bilancio posturale, stabilometrico e podo barometrico

Soggettivazione del percorso terapeutico

Indirizzi di mantenimento e/o prevenzione

TERAPIE EFFETTUATE


TERAPIA MANUALE

Massaggio tradizionale

Massaggio sportivo

Massaggio trasverso profondo

Tecniche connettivali

Digitopressione

Scollamento cicatriziale

Miofibrolisi

Mobilizzazione passiva

Manipolazioni miotensive

Trattamento fasciale

Auricoloterapia


TERAPIA OSTEOPATICA

disfunzioni temporo mandibolari e cranio facciali: nevralgie trigeminali, cefalea, giramenti di testa...

disfunzioni viscerali: stipsi, ernia iatale, difficoltà digestive, sindrome premestruale...

conseguenze somatiche dello stress: turbe del sistema neurovegetativo, insonnia...

TERAPIA STRUMENTALE

Tecar terapia

Onde d'urto

Ipertermia

Crioterapia

Elettroterapia antalgica

Algonix

Negatron

Ultrasuoni

Laser

Elettrostimolazione


TERAPIA MOTORIA

Tecniche di rieducazione posturale

Chinesiterapia di recupero funzionale

Esercizi specifici per patologie articolari

Ginnastica correttiva specifica per paramorfismi

Rieducazione propriocettiva segmentaria e globale 

Tecniche di elasticizzazione miofasciale, allungamento, stretching, mobilizzazione

Protocolli terapeutici finalizzati alla riabilitazione sportiva, riatletlizzazione

Rieducazione respiratoria ( Spiro Tiger )

Attività motoria specifica per la terza età

Impostazione di programmi per attività motoria


RIABILITAZIONE ISOCINETICA

L'alto livello di precisione di questa tecnica è fondamentale per una valutazione della forza muscolare e la riabilitazione neuromuscolare

 

RECUPERO FUNZIONALE

Il corpo umano è una struttura complessa progettata per vivere in situazioni dinamiche.

E' indispensabile partire da questo presupposto per avere la chiave di lettura della nostra filosofia terapeutica.

I traumi possono condurre ad una alterazione della corretta funzionalità dei nostri apparati in modo eclatante ed improvviso,  ma i nostri equilibri possono essere turbati, anche se in maniera più lenta e subdola,  da molte altre cause: i microtraumi, gli atteggiamenti posturali errati, le posizioni scomposte, le abitudini lavorative o comportamentali, le posizioni scorrette mantenute durante lo studio o il tempo libero, le disfunzioni di uno o più recettori neurologici, le peculiarità comportamentali, gli stati emozionali......

E' quindi indispensabile un approccio poliedrico e multidisciplinare nel porsi di fronte ad un paziente che ha perso o alterato la funzionalità di uno o più apparati corporei, cercando di risalire alle possibili cause del malessere anche nel momento in cui esse non sembrano evidenti.

In seguito a molte patologie ci si trova costretti a rinunciare alla possibilità di restituire l'integrità ed il completo risanamento ad una area anatomica lesionata ma dobbiamo sempre sforzarci di intendere ogni parte del nostro corpo inserita in un sistema complesso, elastico e adattabile che può essere educato e ricondotto verso una normalizzazione, anche in seguito a delle perturbazioni.

Il significato di RECUPERO FUNZIONALE è quello di aiutare il corpo umano a mettere in atto dei compensi e a ritrovare degli equilibri in modo tale da consentire all'individuo di ritornare alle proprie abituali attività civili e sociali o sportive.

Ginnastica correttiva specifica per paramorfismi e dismorfismi

Quando l’accrescimento non segue un binario simmetrico ed armonico si vengono a creare delle alterazioni del corretto posizionamento scheletrico.
Queste alterazioni a volte sono solo semplici atteggiamenti e quindi paramorfismi lievi, altre volte invece sono deformazioni più stabilizzate, veri e propri dimorfismi. 

In entrambe i casi è necessaria un’adeguata valutazione medico-diagnostica per la ricerca delle cause ed eventualmente l’utilizzo di adeguati tutori. In ogni caso è molto importante l’intervento della ginnastica correttiva sia per la responsabilizzazione dell’atteggiamento sbagliato sia per il miglioramento della patologia o, quantomeno, una sua stabilizzazione. Nella centro MASSAFISIO si effettuano percorsi di attività motoria adeguati alle singole esigenze. E’ anche possibile impostare schede di lavoro specifiche affinché i ragazzi, seguiti dai genitori, possano proseguire gli esercizi a domicilio.

Ginnastica di recupero funzionale

E’ molto frequente che, in seguito ad un evento patologico, ad un infortunio o ad un intervento chirurgico, al soggetto permanga un deficit della funzionalità del distretto corporeo interessato.
Talvolta il deficit viene colmato spontaneamente dall’organismo che mette in atto meccanismi di autoriparazione e provvede alla ripresa della funzione della parte lesa. Molte volte invece è necessario affiancare questi naturali processi ad un soggettivo programma di recupero.
Dal momento in cui il medico prescrive ed autorizza l’inizio della fase riabilitativa, il soggetto effettua un percorso di difficoltà motoria progressivo e crescente avente lo scopo di arrivare al recupero della funzionalità.
Le aree di intervento riabilitativo più frequenti sono quelle riguardanti gli arti (caviglia, ginocchio, anca, spalla, gomito, mano) ed il busto, con particolare riferimento al recupero delle disfunzioni della colonna vertebrale.

Ginnastica di rieducazione

La postura di un individuo può essere può essere viziata da una serie di fattori intrinseci oppure legati ad abitudini non corrette e protratte nel tempo. 
La ginnastica di rieducazione posturale interviene sull’apparato muscolo scheletrico, sulle strutture fasciali e sulle articolazioni attraverso un approccio globale che coinvolga l’insieme delle catene cinetiche.
Le diverse tecniche utilizzate appartengono alle principali scuole di pensiero della posturologia e della chinesiterapia. I programmi di lavoro sono soggettivi, impostati sulla base della valutazione posturale iniziale e modulati sulla base delle risposte del soggetto.

Ginnastica propriocettiva

I propriocettori sono recettori nervosi periferici in grado di contribuire ad un corretto posizionamento anatomico delle articolazioni. La loro corretta e tempestiva attivazione permette di coordinare in modo armonico i vari gruppi muscolari di stabilizzazione.
Questi importanti “strumenti” a volte non funzionano al meglio a seguito di motivi traumatici o a causa di varie problematiche che si possono instaurare a livello della postura. 
Attraverso un training mirato è possibile riequilibrare questo sistema e di conseguenza ripristinare il corretto automatismo che governa le articolazioni.
La riabilitazione propriocettiva si utilizza soprattutto per problematiche a carico della colonna vertebrale e del posizionamento del tronco e per le articolazioni periferiche degli arti inferiori e superiori.

Ginnastica specifica per patologie articolari

Con il termine “chinesiterapia” si intende la terapia basata sul movimento.
Indipendentemente dal motivo della patologia, sia essa degenerativa o traumatica, una opportuna attività motoria è in grado di coadiuvare, da sola o contestualmente ad altre tecniche, il miglioramento di un distretto anatomico lesionato.